0
Moda

Come abbinare i colori dei vestiti secondo l’armocromia

5 Agosto 2020

Saper abbinare i colori è fondamentale per vestirsi con gusto. Creare il look perfetto, però, non è così semplice, perché le possibilità a livello cromatico sono tantissime. Il segreto per apparire belle e luminose è privilegiare le nuance che ci valorizzano: non tutte le tonalità, infatti, sono adatte al nostro tipo di pelle.

Come scegliere quelle giuste e come abbinare i colori dei vestiti nel modo migliore? Uno strumento infallibile è l’analisi del colore, anche nota come armocromia, un metodo molto interessante che aiuta a trovare la propria palette cromatica. Fidati: una volta scoperto il tuo set di colori, non avrai più dubbi su come abbinare accessori e vestiti e progettare il guardaroba sarà un divertimento. 

Armocromia

Qual è il primo passaggio, dunque, per imparare a giocare coi contrasti e con le gradazioni? La premessa fondamentale è capire a quale stagione appartieni. L’armocromia, infatti, distingue tra stagioni chiare (primavera ed estate) e stagioni scure (inverno e autunno).

I colori della primavera e dell’estate e quelli dell’inverno e dell’autunno, a loro volta, si caratterizzano diversamente:

  • la donna primavera è tendenzialmente valorizzata dai colori brillanti e caldi
  • la donna estate ama i colori soft e freddi
  • la donna autunno privilegia i colori caldi e naturali
  • la donna inverno risalta con i colori freddi, decisi e marcati.

Quali colori scegliere in base alla carnagione e ai capelli

Non ci sono dubbi: abbinare i colori dell’abbigliamento è una vera e propria scienza. Il parametro fondamentale è dato dal sottotono dell’incarnato, ovvero dal modo in cui la pelle reagisce in abbinamento a determinati colori e finiture. La distinzione fondamentale da tenere a mente è quella tra sottotono freddo, caratterizzata da una pelle tendente al rosato, e sottotono caldo, tipico della pelle tendente al dorato. Alla prima tipologia appartengono la donna estate e inverno che quindi dovranno privilegiare i colori freddi per i loro look, alla seconda la donna primavera e la donna autunno che dovranno invece vestirsi con colori caldi.

A sua volta, ogni stagione di armocromia prevede tre sottogruppi principali: oltre alla temperatura (calda o fredda), a contare è infatti la cosiddetta dominante. Ad esempio, nel caso dell’inverno – la categoria di armocromia più diffusa in Italia –, quest’ultima può essere definita deepcool o bright.

Ai tre sottogruppi si somma la cosiddetta palette pura (senza una caratteristica dominante sulle altre) per un totale di 16 tipologie, 4 per stagione: inverno puro, deep, cool, bright, estate pura, light, soft, cool, primavera pura, light, bright, warm, autunno puro, soft, deep, warm.

Semplificando, la scelta della palette ideale dipende dalla carnagione e più in particolare dal fatto che quest’ultima sia calda o fredda, intensa o meno intensa, contrastata o meno contrastata. Per individuare l’esatta tipologia a cui appartieni, l’ideale è sottoporti a una consulenza di immagine personalizzata. P

Per non sbagliare, a ogni modo, è sufficiente attenerti ad alcune semplici regole. Ad esempio, non mixare colori polverosi e colori brillanti e colori caldi, come il corallo, e colori freddi, come l’azzurro ghiaccio. Rispetto al sottotono della pelle, la tonalità degli occhi e dei capelli gioca un ruolo secondario, anche se può aiutarti a capire se nel tuo colore naturale c’è prevalenza di toni lunari/freddi, come il biondo platino o il nero corvino dei capelli, o solari/caldi, per esempio i capelli rossi o biondo miele.

Come abbinare accessori e vestiti

A quale stagione appartieni e quali sono i colori che ti valorizzano? Rispondere a questa domanda è molto importante per capire come abbinare accessori e vestiti.Una volta individuata la tua palette di colori, infatti, potrai giocare sulle sfumature e sulle intensità, sperimentando diverse combinazioni cromatiche.

Il punto di partenza, come abbiamo visto, è distinguere tra colori freddi e caldi, a basso contrasto o ad alto contrasto, brillanti o soft. Ad esempio, per la scelta di scarpe e borse e, più in generale, degli accessori, potrai privilegiare, a seconda della tua stagione, un look ad alto contrasto (l’esempio tipico è dato dalla combinazione del bianco o del nero, perfetto per una donna inverno) o tendenzialmente monocolore.

Un outfit caratterizzato da colori chiari e polverosi, tipico delle donne estate soft, risulterà molto discreto e bon ton se abbinato ad accessori ton sur ton. Per ottenere un effetto più glamour, ideale per una sera, potrai giocare sulla combinazione tra colori scuri e brillanti.   Lo sapevi che anche i gioielli sono utili per mettere in risalto la propria stagione armocromatica? Le donne autunno e primavera, ad esempio, risultano splendide con la metalleria calda in oro e oro rosa, mentre le donne inverno ed estate con la metalleria fredda in argento e oro bianco. Se vuoi essere impeccabile, puoi farti ispirare dall’armocromia anche per le tue scelte in tema di make up.

Cosa abbinare con il nero

Ora che abbiamo familiarizzato con i fondamentali dell’analisi del colore, analizziamo un caso concreto: come scegliere i colori da abbinare il nero? Rispettare i colori delle stagioni è molto importante per fare risaltare la tua bellezza. Tanto per cominciare, il consiglio è quello di non mixare troppi colori e di giocare con un massimo di tre nuance. 

Quanto alla scelta del colore base, sfatiamo un mito, ovvero che il nero sia un passepartout assoluto. Il nero, infatti, è perfetto per chi ha un sottotono della pelle freddo, possibilmente con occhi, pelle e capelli non troppo chiari. Semplificando, pantalonicamicie e bluse nere sono indicate per le tipologie caratterizzate da un valore scuro e da colori intensi, così come da un forte contrasto tra capelli, occhi e incarnato. Il nero è perfetto per le donne inverno.

Le stagioni calde primavera e autunno, che non hanno il nero in palette, potranno ricorrere a qualche trucco per ottenere un effetto armonioso: ad esempio la donna autunno potrà utilizzare degli accessori in palettevicino al viso, pensiamo ad esempio a una collana rosso caldo o ocra su un tubino nero. Anche la donna primavera dovrà fare particolare attenzione all’uso del nero che, all’occorrenza, potrà sostituire con nuance più calde e luminose come il marrone biscotto o il blu navy, entrambi in palette.

Potrebbe piacerti anche