1
Vivi QVC

Festa della Donna: perché si festeggia e cosa regalare in questo giorno speciale

22 Febbraio 2022

Dici Festa della Donna e pensi alle mimose. Ma cosa si nasconde dietro a quei bei fiorellini gialli? Quando la storia e le tradizioni si sedimentano negli anni, succede di perdere di vista le motivazioni di certe ricorrenze. E allora vale la pena di fare un ripasso.

Dunque, cosa si nasconde dietro alle mimose? Un po’ di battaglie e un po’ di tenacia, quella di tante donne che si sono spese per regalare al mondo una “Giornata Internazionale della Donna”, come sarebbe più corretto chiamarla. Un modo per renderla un po’ meno “festa”, e un po’ più un momento di riflessione, come è giusto che sia. Vediamo insieme che cosa rappresenta davvero l’8 marzo.

Festa della Donna

Origini Festa della Donna: non è stato l’incendio

Sfatiamo subito un vecchio mito: la storia dell’incendio alla fabbrica Cotton di New York non c’entra nulla, o quasi. Ne avrete sentito parlare. Per molti anni l’origine dell’8 marzo è stata fatta risalire a una tragedia accaduta nel 1908, che avrebbe avuto come protagoniste le operaie dell’industria tessile Cotton di New York, rimaste uccise da un incendio. L’incendio del 1908 è stato però confuso con un altro incendio nella stessa città, avvenuto nel 1911, dove si registrarono 146 vittime, fra cui molte donne. Non è questa la vera origine della Festa della Donna. In realtà i fatti che hanno realmente portato all’istituzione di questa ricorrenza sono più legati alla rivendicazione dei diritti delle donne.

Come nasce davvero la Giornata Internazionale della Donna?

Come spesso capita, quindi, la vicenda è un po’ più complessa. Ma noi la facciamo breve. Una serie di manifestazioni a favore dei diritti delle donne si sono susseguite a partire dal 1909, anno in cui, sotto la spinta del partito socialista americano, si tenne la prima e ufficiale “Giornata della Donna”.

È stata l’insistenza, e la voglia delle attiviste impegnate nella lotta per i diritti delle donne di tutto il mondo, a fare in modo che Il 16 dicembre 1977, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite proponesse a ogni paese di dichiarare un giorno all’anno “Giornata delle Nazioni Unite per i diritti delle Donne e per la pace internazionale”.

Adottando questa risoluzione, l’Assemblea riconobbe l’urgenza di porre fine a ogni discriminazione e di aumentare gli appoggi a una piena e paritaria partecipazione delle donne alla vita civile e sociale del loro paese. L’8 marzo, che già veniva festeggiato in diversi paesi, fu scelta come la data ufficiale da molte nazioni.

E perché la mimosa?

Questa è una storia tutta italiana. Con la fine della guerra, l’8 marzo 1946 fu celebrato in tutta l’Italia e vide la prima comparsa del suo simbolo, la mimosa, che fiorisce tra febbraio e marzo, secondo un’idea di Teresa Noce, di Rita Montagnana e di Teresa Mattei, ex partigiane e parlamentari in prima linea nella lotta per i diritti delle donne. Da quel momento prese piede l’usanza di regalare mimose in occasione della “Festa della Donna”. Un gesto, questo, che non è da dare per scontato.

Nei primi anni ’50 infatti distribuire mimose divenne un atto «volto a turbare l’ordine pubblico» e fu fortemente scoraggiato. Il clima politico migliorò nel decennio successivo, ma fu grazie soprattutto alle rivendicazioni femministe degli anni ’70 che la Festa della Donna ottenne la risonanza pubblica che merita, e le mimose iniziarono ad essere un omaggio alle conquiste femminili, e un segno di incoraggiamento per tutte quelle che sarebbero dovute venire.

Cosa regalare alla Festa della Donna? Fiori, ma non solo…

Ecco. Spiegata la storia, si capisce perché regalare mimose l’8 marzo rimane comunque un bel gesto. Ma per chi non si accontenta e vuole qualcosa di più, abbiamo pensato a una serie di proposte regalo da aggiungere ai fiori. Amiche, parenti, colleghe. Se c’è una donna speciale a cui vogliamo riservare un gesto d’affetto, l’8 marzo è la giornata giusta per farlo. E quindi…

Un gioiello per le donne che meriterebbero di essere messe in luce

Sono le compagne di viaggio che tutti vorrebbero. Sempre pronte a darti una mano, sempre disposte a farsi in quattro per tenere insieme il mondo. Il loro, e quello delle persone che gli stanno attorno. Donne generose, quelle che non chiedono mai niente per sé, e che proprio per questo meriterebbero di essere messe più in luce. E parlando di luce, cosa c’è di meglio di un bel gioiello per mettere in risalto una persona che amiamo?

Prodotti di bellezza per chi ha bisogno di una coccola in più

Magari conosci un’amica che sta passando un momento difficile. Tutte ci passiamo. E allora perché non riservarle una coccola, un pensiero che scaldi il suo cuore, e la faccia sentire meno sola? È un’ottima scelta un regalo che possa usare ogni giorno per prendersi cura di sé. Tra le proposte beauty trovi tante possibilità: prodotti di skincare, piastre e accessori per capelli, creme corpo e molto altro.

Dolci da regalo per le donne forti… ma che hanno bisogno di un po’ di dolcezza

Sono la nostra ispirazione quotidiana. Donne decise, che sanno quanto valgono, sanno quello che vogliono e andranno sempre a prenderselo, senza aspettare l’arrivo di nessun principe azzurro. Ne conosciamo tutte almeno una, e quanto la stimiamo. E allora, in occasione dell’8 marzo, perché non stimolare il suo lato più tenero? Scegli le soluzioni cioccolatose di T’a Milano e Joe & Seph’s.

Confezioni di thè e tisane per le nostre mamme

Perché nel nostro essere donna portiamo un po’ del loro essere donna. Tra noi e loro esiste un legame profondo, che va al di là del nostro rapporto quotidiano, che pure merita di essere valorizzato e coltivato con affetto. Ecco perché per le mamme i regali migliori sono quei piccoli pensieri che creano i presupposti per trascorrere un po’ di tempo insieme, per chiacchierare del più e del meno, per farsi compagnia o anche solo chiedersi, di quando in quando, “come va?”. Conosci già le tisane e gli infusi di Regina di Fiori e i thè di Vahdam Tea?

Per te, per ricordarti che è anche la tua festa, trovi tante occasioni anche nella pagina del nostro sito dedicata all’8 marzo. Ricordati, è anche la tua festa. Celebra, valorizza, gioisci del tuo essere donna.

Buona festa a tutte le donne!

Potrebbe piacerti anche